Latest Entries »

Salve a tutti, sono Valentina Tancredi e frequento la facoltà di Scienze della Formazione Primaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Il piano di studi di questo mio terzo  Anno Accademico, prevede lo studio della Matematica applicata. Con il mio professore di Matematica Elementare dal punto di vista Superiore (A), Giovanni Lariccia infatti, abbiamo deciso tutti insieme di dare vita ad un blog didattico, che racchiudesse tutte le nostre esperienze lavorative, citazioni sui nostri lavori in classe, le nostre riflessioni ma anche le nostre aspettative. Spero che questo mio lavoro vi piaccia, perchè l’impegno profuso nel costruirlo sarà tanto, in nome della bellissima professione che ho intenzione di intraprendere: l’insegnamento. Si, adoro molto i bambini e lavoro spesso con loro. Un’altra mia grandissima passione è ballare! Quant’è bella quest’arte..sapete che  spesso nella danza si creano con gli arti, con il busto o semplicemente muovendo la testa delle figure geometriche? La Geometria è proprio dappertutto!

https://i2.wp.com/www.o-4os.ce.edus.si/osebne-strani/ucitelji/bozic/spletnastran/matematica.jpg

Advertisements

Il nostro viaggio si conclude così con questo mio ultimo intervento…vi è piaciuto il mio blog? Spero che vi siate divertiti ad accompagnarmi in questo viaggio alla scoperta della Geometria! Con un caloroso abbraccio vi saluto, nella speranza di tante vostre visite e di tanti commenti, critiche, complimenti e consigli! Tutto è ben accetto! Alla prossima…:)

 

 

 

Che dire…come non poter apprezzare la Geometria? Grazie a questi innovativi e curiosi lavori infatti, il mio processo di riavvicinamento alla materia è stato più veloce di quando potessi mai credere! Inoltre, Durante questo mio percorso di studi, ho deciso di intraprendere, su consiglio della scuola, del tirocinio presso le Scuole Primarie della mia città. Questa esperienza mi ha particolarmente arricchito, non solo dal punto di vista umano, ma anche dal punto di vista didattico. Nel tempo infatti, ho potuto ripercorrere nella mente alcune mie esperienze geometriche, grazie alle situazioni particolarmente stimolanti che vivevo ogni giorno in classe. Grazie alle  accurate spiegazioni delle insegnanti d’aula e all’assiduo esercizio che ho fatto insieme ai bambini che seguivo, ho colmato molte delle mie lacune in geometria. L’esperienza del volontariato inoltre, mi ha esortato a escogitare nuovi metodi per aiutare i bambini in difficoltà ad apprendere concetti geometrici per me già consolidati, ma per loro incomprensibili. Spesso mi sono rivista in loro e confrontata con le loro difficoltà e questo ora mi permette di dire fieramente: “chissà se un giorno insegnerò ai miei alunni proprio la Geometria!”. 🙂

“Iplozero” è un programma realizzato dal mio Professore Giovanni Lariccia, che tramite linguaggi e ordini che i soggetti impartiscono al computer, permette di realizzare bellissimi lavori. Insieme alle mie compagne, abbiamo lavorato su uno splendido viso di un bambino africano…

Proprio come questo…

Che meraviglia! E ci siamo divertiti nel ricavare le proporzioni di occhi, naso e bocca. La stessa cosa abbaimo poi fatto con il monumento che meglio interpreta la città di Milano cioè il Duomo.

Creando delle linee di riferimento di diverso colore, abbiamo lavorato su ogni singolo particolare del duomo…certo, lo devo ammettere! Non è stato semplice, ma il risultato è davvero invidiabile! Provateci anche voi!

Il Pivot…

Il programma “Pivot Strickfigure animator” è un software molto bello e utile che permette di realizzare immagini animate che quindi in successione produrranno dei similcartoni animati. Usando delle rette predisposte e unendole tra loro, si potranno creare delle storie molto belle. Con il mio gruppo di lavoro, abbaimo realizzato la storia di “Jonny e Pluto”. Nelle 72 slides in “Power Point” che ne sono derivate, è possibile, riproducendole in perfetta sequenza, notare i movimenti del personaggio principale, che prima coccola dolcemente il proprio amico fidato…

Successivamente si allontana da lui per andare a prendere un osso…

Ma non se ne andrà via del tutto…

Perchè tornerà per donarglielo…:D

Che dire? Bello vero? Allora cosa aspettate a realizzare anche voi i vostri cartoni animati? Sono certa saranno bellissimi…divertitevi con me dai!

Problemi di tangram!

Un’argomento trattato nelle lezioni, che mi ha particolarmente colpito è stato il “Tangram”.  Il Tangram, come è possibile notare da “Wikipedia” , il cui nome originario è “Chi Chiao Tu” è un gioco rompicapo cinese. Il nome significa “Le sette pietre della saggezza”.  Il Tangram è infatti costituito da sette tavolette del medesimo materiale e del medesimo colore che sono disposte inizialmente a formare un quadrato. Lo scopo fondamentale del gioco è quello di formare figure di senso compiuto. Durante la lezione, è stato molto bello scoprire  che anche la storia di questo gioco è soggetta ad una leggenda. Sempre “Wikipedia” ci narra che la leggenda parla di un monaco che donò ad un suo discepolo un quadrato di porcellana e un pennello, dicendogli di viaggiare e dipingere sulla porcellana le bellezze che avrebbe incontrato nel suo cammino. Il discepolo, emozionato, lasciò cadere il quadrato, che si ruppe in sette pezzi. Nel tentativo di ricomporre il quadrato, formò delle figure interessanti. Capì, da questo, che non aveva più bisogno di viaggiare, perché poteva rappresentare le bellezze del mondo con quei sette pezzi. Basandoci sull leggenda appena imparata e assumendo come veritieri i presupposti che ne derivano, ci siamo prodigati a mettere in pratica attività di problem solving che si possono fare a partire proprio dal tangram. Abbiamo realizzato quindi un bellissimo tangram di carta partendo da un foglio di formato A4, mediante piegature della carta stessa e deciso insieme di costruire una storia con questi, usando dei personaggi di fantasia. La situazione che ho immaginato insieme al mio gruppo di lavoro, prende in considerazione la vita di una famiglia. Ogni personaggio che si presenta nella storia, è stato associato ad un vertice del quadrato iniziale. Progressivamente così, abbiamo realizzato tutte le piegature che servono per costruire il tangram. Abbiamo poi osservato una persona che risolve un tangram, per cercare insieme di capire meglio i procedimenti logici necessari per la sua esecuzione. E quanti tangram si possono realizzare! Guardate un pò che bello questo uomo che corre!

E che ne pensate di questo coniglietto? Bello vero? Bene, divertitevi allora anche voi a realizzare degli splendidi tangram, ma non dimenticate di farceli visionare!

Ma la Geometria che cos’è?

Ma perchè non proviamo insieme a dare una definizione di Geometria? Spesso durante le nostre lezioni universitarie, noi stuedentesse ci siamo domandate come poter interpretare in questi termini questa affascinante materia…Credo che l’osservazione più diretta sia quella di riferirsi al fatto che si sta trattando di un particolare settore della matematica che studia la forma e la misura degli oggetti. C’è quella piana, che studia le figure piane in uno spazio a due dimensioni, quella solida, che studia le figure solide in uno spazio a tre dimensioni, quella euclidea, che accetta il postulato euclideo per cui da un punto si può tracciare una sola parallela a una retta data…certo, questa è una definizione che chiunque abbia avuto un minimo di rapporto con la materia è in grado di dare…ma è sempre stato così? No miei cari amici…il mio rapporto con la Matematica e con la Geometria, lo ammetto, è sempre stato conflittuale! Ma come poter dimenticare le formule geometriche che tanto mi hanno perseguitato in questi anni? Pensate che mia madre, tentando invano di farmele imparare, aveva accuratamente creato dei cartelloni riassuntivi, e li aveva attaccati nella mia cameretta! Che trauma…! Ora però le ricordo perfettamente…! 🙂 ma…ironia della sorte…ammetto anche di non saperle applicare! Ci riuscirò mai???

La Geometria negli avatar…

Ma Geometria è solo figure geometriche? Vogliamo parlare di avatar? In un ambiente tridimensionale o virtuale, come nelle chat, i forum o alcuni giochi, l’avatar non è che la rappresentazione digitale di chi sta visitando l’ambiente, un ambiente come già detto pieno di riferimenti geometrici, un pò come il nostro corpo. Volete vedere un avatar che ho creato io? E’ stato davvero molto divertente…questa è l’immagine che riproduce me stessa…come vi sembro? 😀

E’ stata creata con un applicazione che si chiama “Face your manga”…

Ma non è l’unica…con questa applicazione infatti, è possibile creare un gran numero di avatar simpatici..pensate che io li ho simpaticamente creati per tutta la famiglia! E’ stato molto divertente, e ancora di più lo è stato vedere le loro espressioni mentre li visionavano! Pensate che non hanno potuto fare a meno di prendere in considerazione criticamente le forme dei loro visi, le dimensioni e le proporzioni che io avevo adottato per creare il loro avatar! Che dire..è proprio vero che la Geometria è parte di noi! Guardardate un pò quante forme si possono trovare solo in questa foto…! Vi sfido cari amici…chi ne troverà di più?

La Geometria è ovunque!

Eh si, perchè la Geometria si trova proprio dappertutto! Pensate che in questo preciso momento, sono immersa in uno spazio geometrico a forma di cubo: la mia sala. Intorno a me ci sono molti oggetti di varie forme: uno stereo a forma di cubo, un quadro a forma di rettangolo come i cuscini del divano…per non parlare del mio lampadario sferico!!! Che dire…la Geometria da sempre ha fatto parte  della nostra vita. Ovunque ci troviamo, non possiamo fare a meno di notare elementi geometrici…! Se da bambini non ce ne rendiamo conto, col passare del tempo prendiamo coscienza dell’importanza della materia, e  talvolta ci divertiamo nel sperimentarne le varie inclinazioni. Com’era divertente quando ero piccola giocare con le costruzioni ad incastro, creare in perfetta autonomia, a seguito delle spiegazioni delle mie insegnanti i modellini delle figure geometriche!

Mi presento…

Salve a tutti, sono Valentina Tancredi e frequento la facoltà di Scienze della Formazione Primaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Il piano di studi di questo mio terzo Anno Accademico, prevede lo studio della Matematica applicata. Con il mio professore di Matematica Elementare dal punto di vista Superiore (A), Giovanni Lariccia infatti, abbiamo deciso tutti insieme di dare vita ad un blog didattico, che racchiudesse tutte le nostre esperienze lavorative, i nostri lavori in classe, le nostre riflessioni ma anche le nostre aspettative. Spero che questo mio lavoro vi piaccia, perchè l’impegno profuso nel costruirlo sarà tanto, in nome della bellissima professione che ho intenzione di intraprendere: l’insegnamento. Un’altra mia grande passione è ballare. Sapete che nella danza spesso si creano figure geometriche con gli arti, il busto e la testa? Eh si, la Geometria è proprio dappertutto! 😀

https://i2.wp.com/www.o-4os.ce.edus.si/osebne-strani/ucitelji/bozic/spletnastran/matematica.jpg